“Anche se la redenzione non giunge”

14 luglio 2013 § 3 commenti

(Franz Kafka, per il centotrentenario della nascita)

L’uomo che nacque centotrenta anni fa a Praga non ebbe un destino semplice: visse una vita inquieta, cercando di dominare il “mondo immenso che aveva in testa”: figlio del burbero commerciante Hermann Kafka, il giovane Franz fu un impiegato modello ma anche uno scrittore notturno, irrisolto e tormentato: sabotò con maniacale precisione i propri amori, coltivò sogni vaghi di fuga senza mai andarsene dalla capitale boema, si ammalò di tubercolosi, morì quarantenne e scrisse alcune fra le pagine più straordinarie della letteratura di ogni tempo.

Eppure la parte più rilevante della sua opera (fra cui i tre romanzi) ci è stata consegnata grazie a un tradimento: il suo migliore amico e primo esegeta, Max Brod, si rifiutò di distruggere quanto richiesto dall’autore in persona. In questo paradosso — lo spregio di un testamento e insieme il dono di una meravigliosa eredità letteraria — c’è già molto di Kafka stesso. C’è la presenza di una contraddizione da cui non si può fuggire, di una tragedia elementare e che può essere solo analizzata all’infinito, come all’infinito può essere analizzato il gesto di Max Brod: fece bene o fece male? Tutti gli scritti di Kafka pongono al lettore simili enigmi: le sue parabole più riuscite mostrano l’assurdo come se la lettera del testo non bastasse mai, non portasse mai a una conclusione certa.

Continua qui

§ 3 risposte a “Anche se la redenzione non giunge”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo “Anche se la redenzione non giunge” su Moralia in Lob.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: