Schizzi

Non esiste alcun modo di stabilire quale decisione sia la migliore, perché non esiste alcun termine di paragone. L’uomo vive ogni cosa subito per la prima volta, senza preparazioni. Come un attore che entra in scena senza avere mai provato. Ma che valore può avere la vita se la prima prova è già la vita stessa? Per questo la vita somiglia sempre a uno schizzo. Ma nemmeno “schizzo” è la parola giusta, perché uno schizzo è sempre un abbozzo di qualcosa, la preparazione di un quadro, mentre lo schizzo che è la nostra vita è uno schizzo di nulla, un abbozzo senza quadro.

Milan Kundera

A breve la recensione.

Annunci

25 Replies to “Schizzi”

      1. Rspondevo alla domanda.. “Ma che valore può avere la vita se la prima prova è già la vita stessa?”
        Scusa tu….
        (magari non è chiara nemmeno ora…ma insomma d’altra parte è la priva volta che leggo questa citazione 😉 )

    1. Si è vero, ma il pregio di questo libro è che fa riflettere. C’è un altro passaggio dove c’è un elogio del caso rispetto alla necessità. Credo invece che stia nell’equilibrio degli opposti. Ma non voglio dire altro, sennò la recesione chi la scrive dopo? 🙂
      Ciao e grazie

      1. è tutto molto soggettivo: leggiamo lo stesso libro ma ne interpetiamo due diversi…

        anche questa è una ulteriore bellezza della vita, mi pare

        ciao e grazie a te per proporre righe che fanno emeregere considerazioni e riflessioni

  1. ‘Cosa sarebbe la nostra vita se non avessimo il coraggio di fare dei tentativi’ Vincent van Gogh
    È evidente che gli artisti ed i poeti hanno una forza ed un coraggio interiore in grado di guardare ben oltre le apparenze. È un perpetuo ‘tempus fugit’ da non lasciar trascorrere invano!

  2. Questo brano è molto, molto interessante. Inizialmente, il contenuto mi ha stupito, come dire… anche un pochino inquietato, ma poi devo ammettere che quanto esprime è per me una profonda rassicurazione. Io sono molto distratta e ho la sfortuna d’essere anche molto pedante, il che mi crea parecchi problemi… L’unica cosa che mi rassicura a proposito è proprio la sicurezza che non esiste nulla di sicuro, che in fondo possiamo cercare di spaccare il capello in quattro, ma che non potremo mai affrontare la vita col massimo della preparazione. Il “non-controllo”, quando smette di atterrire, può essere il nostro migliore amico. Esisterà sempre qualcosa che ci sfugge, magari possiamo essere un tantino più clementi con noi stessi, la vita non è un affresco e nemmeno uno schizzo… diamine se è vero. Equilibrio e capacità di muoversi, perché tutto è in divenire. Non c’è nulla di fisso o granitico. La trovo, personalmente, una cosa liberatoria.
    Non ho mai letto questo libro, ma se queste sono le premesse, mi toccherà farlo… Però la tua recensione la leggerò lo stesso. Puoi dirmi anche come va a finire, mi piace vedere sempre come ci si arriva 🙂 mi interessa meno cosa ci sia all’arrivo. Cavolo, posso vincere l’Oscar per la peggiore spiegazione. Andrà meglio la prossima volta, lo giuro.

  3. *…Al contrario l’assenza assoluta di un fardello fa sì che l’uomo diventi più leggero dell’aria, prenda il volo verso l’alto, si allontani dalla terra, dall’essere terreno, diventi solo a metà reale e i suoi movimenti siano tanto liberi quanto privi di significato. Che cosa dobbiamo scegliere, allora? La pesantezza o la leggerezza? Parmenide rispose il leggero è positivo, il pesante è negativo. Aveva ragione oppure no? ….*

    pag 13 ‘L’insostenibile leggerezza dell’essere’

    personalmente penso che la leggerezza sia complementare alla pesantezza non fosse altro che per ristabilire l’equilibrio 🙂 Così come non può esistere il bene senza il male…

  4. In che senso pensi che questo non aiuti ad orientarsi più di tanto ? Parli della vita?

    Forse sbaglierò, ma personalmente credo che nessuno riesca ad avere la certezza (tanto per non dire presunzione 🙂 di sapersi orientare nella vita. Primo perché la vita di ognuno è in continuo movimento, nel male e nel bene, secondo perché modifica , se non sostanzialmente, certi aspetti anche di chi è il detentore della stessa vita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...