Il tradimento: compendio ai commenti

Qui il post sul tradimento

Qui ragazzi non ci capiamo. Voi mi ha avete ridotto il tradimento nella sua caricatura. Lo avete ridotto alla scappatella con il vicino/a di casa, ad una notte d’amore con una/un collega, ad una limonata con la bella/il bello della classe. No, io non pensavo affatto ad un tradimento di questo tipo. Era una cosa che faceva più il verso alla metafisica che alla morale. Quella che voi avete scritto nei vostri commenti è solo vigliaccheria. Di qualcuno che per comodità non si assume le conseguenze delle proprie azioni.

Il mio tradimento è qualcosa di inaudito, di impensabile, di impossibile per certi versi. Alcuni mi hanno scritto che è più un mutamento che un tradimento. No. Tradire significa segnare inequivocabilmente con un linea indelebile un prima e un dopo. Non è un cambiamento, questa semmai è la conseguenza del tradire. Tradire significa distruggere, annientare qualcosa che c’era prima e poi non ci potrà più essere. È un’azione ontologicamente radicale.
Altri mi hanno detto che si può affrontare la cosa in modo diverso (parlandone magari). Qui vi porto un paio di esempi che mi riguardano: uno in cui sono stato il traditore, l’altro in cui sono stato la vittima. Nel primo caso ho tradito mia madre. Nel senso che lei aveva prospettato un futuro per me e io non lo volevo. Gli è l’ho detto in tutti i modi possibili, ma lei non capiva. L’unica azione possibile era il tradimento. Per sopravvivenza. Per avere un futuro come io lo volevo. È stato facile? No. Il nostro rapporto è stato inevitabilmente compromesso.

Nel secondo caso è stata la mia fidanzata. Aveva un altro. E io lo sapevo. Per sei mesi ho cercato di estorcergli una confessione. Che non è mai arrivata. Se ne è semplicemente andata. Ora capisco che era l’unica maniera per rompere il nostro legame, altrimenti essendo innamorato avrei trovato una scappatoia per non lasciarla andare. È stato facile? No, ma era per necessità.

Su una cosa vi invidio: nelle vostre certezze. Nella smisurata fiducia che avete nell’umanità e nella verità. Mi spiace darvi una brutta notizia: nel mondo non ci sono solo luci, ma anche ombre. Perché ogni viaggio termina nella notte.
Inoltre è curioso che nessuno di voi non abbia nemmeno preso in considerazione la parola perdono. Troppo occupati da indignarvi?

Annunci

39 Comments

  1. Io come avrai notato mi sono riferita a ben altro. E cmq la libertà la di costruisce sulla chiarrezz prima di tutto verso sé stessi. Non chiarire x me è tradimento..: Liberi del proprio percorso certo cambiando ma senza infliggere (troppo) dolore.
    Sheraxdonoerroridasmartpocosmart

  2. eh, questo tema è spinoso, secondo me bisognerebbe essere più onesti e coraggiosi e dire all’altro “basta, è finita”, invece di recitare e intanto tradire…se una persona ha significato qualcosa per me non potrei mai, mai farle una cosa del genere, ma sentirei il dovere morale per quel bene/amore che c’è stato di prendere una pausa e poi di fare nuove scelte…ma è solo la mia opinione, o forse sono solo a mente fredda

  3. credo che tu non abbia compreso il mio commento (peraltro senza risposta), visto che in questo nuovo post ti rivolgi a tutti i tuoi lettori ed a ‘nessuno di voi’…
    Lud

  4. Non seguire le aspettative di qualcuno non è tradimento, semplicemente perchè non c’è stato un patto preventivo.
    Io continuo a pensarla alla stesso modo: il tradimento è una scappatoia (e, a volte, una scappatella).

  5. Il tradimento peggiore che si possa ricevere/subire credo derivi direttamente dal senso di sfiducia che ci può superare quando per lungo tempo siamo costretti ad affrontare situazioni che moralmente non hanno capo e coda, ovvero quando i diritti, le rivendicazioni di giustizia o anche solo il desiderio di mantenere inalterati equilibri preesistenti sembra possano giustificare un esserci in assenza di “scuse” (la resa dei perchè). Il tradimento è sostanzialmente un sottrarsi ai cambiamenti per proseguire ed urge di soluzioni che prevedono anche il perdono. A pari sincerità. Io ti perdono (tu mi perdoni) con la nuova consapevolezza che il guardarsi, la stima, la fattibilità saranno su altre basi, ancora meno “fatte”. Perchè se è un tradimento vero, cioè una chiusura totale, da lì non credo possa esserci ritorno. Perchè il perdono è allo stesso tempo è una delle modalità più facili e difficili da attuare.

  6. Mi è piaciuto seguire questa ‘vicenda’ e, penso che il tradire, sia davvero sbagliato per una mancanza di rispetto verso l’altra persona… Per quanto riguarda esempio della madre, credo proprio che non rientri nel tradimento, perchè in quel caso “L’errore”, non è di chi delude le aspettative ma di chi vuole imporre un tipo di vita ad un’altra persona che non la vuole… Quindi per me è lei a tradire il buonsenso…
    Per quanto riguarda la coppia, ci sta il ragionamento che sopportare una situazione che non va bene è tradire se stessi ma, a questo punto non è meglio parlarne? Ma forse il problema è che facendolo si rimane soli e, l’uomo, si sa benissimo che ha proprio paura di quello… e se non fosse per la solitudine, allora, il vero tradimento verso se stessi è non avere i coglioni di parlarne.
    (scusate gli errori)
    mio parere
    Un caro saluto

  7. Per rispetto dei miei ideali potrei tradire. Per rispetto di qualcuno o qualcosa che stimo chiederei perdono. La natura umana è fatta di fragilità, debolezze e difetti, il nostro pensiero muta nel tempo, l’unico tradimento non dovremmo consentirci è verso noi stessi.

  8. Per tua madre….tu non hai tradito….è lei che non ha compreso, la questione è molto diversa, non penso che i tuoi commentatori non abbiano capito…..penso piuttosto che ci sia un diverso concetto di tradimento……e per quanta riguarda il perdono, questa è una cosa molto soggettiva e personale….non si può parlare per gli altri. Personalmente posso dirti che dipende dal tipo di tradimento…..se si tradisce la mia fiducia, anche se lo volessi, non riuscirei più ad averla….quindi probabilmente è perchè non perdono.

  9. Due cose:
    certezze non ne ho.
    non sono vigliacca.

    Per il resto confemo ciò che ho detto nell’altro post.

    E ribadisco il mio pensiero: per me chi tradisce non rispetta se stesso e non rispetta l’altro o gli altri.
    Se vuole cambiare deve prendersi le responsabilità anche se per l’altro causa dolore. Una persona deve\dovrebbe essere chiara: non può vivere vite parallele.
    Perchè se io sono me stessa…non cambio per giustificare un evento imprevedibile e, soprattutto non cambio per non ferire.
    Troverò le parole giuste…ma non faccio vivere nell’illusione l’altro tradendolo ancora di più.

    Per me anche la parola data non mantenuta è tradimento a meno che non sia giustificata….

    Il perdono meriterebbe un capitolo a parte, ha bisogno di più elaborazione.

    Buona serata 🙂
    ciao
    .marta

  10. Perché neanche dopo il Libro di Céline ami la luce ancora di più?
    Ti dico la mia certezza: se avessi avuto sempre verità, chiarezza, sincerità anche la più spietata (come quella che offro) sarei stata anche più di una volta e probabilmente sarei anche adesso capace di perdonare. Le ombre no.

  11. Qualunque sia il motivo di tradimento, tradire le aspettative di un genitore o altre persone, tradire la persona che si ama, essere traditi…tutto ciò anche se può in certi casi aiutarci a farci stare meglio a discapito degli altri, rimango dell’idea che non può ciò considerarsi libertà.
    Libertà per me è ben altro. ..così come tradire, per me viaggiano su due binari paralleli ma in direzione diverse.
    buona serata
    Maria.

  12. Il tradimento è un argomento mooolto delicato: qui nessuno ha detto di avere delle certezze, la vita è tutt’altro che certa, ma tutti noi abbiamo espresso la nostra opinione (e questo penso sia più che lecito, altrimenti non si scriverebbe un post del genere, se non per avere un confronto).

    Il primo esempio che hai tirato in ballo non mi sembra un tradimento, almeno per come la penso io. Mi sembra più che altro un percorso di maturazione personale, che non ha nulla di “tradimento”, quanto più di divergenza di idee e di obiettivi. La vita è la propria e quando si trattadi scelte così personali gli unici a scegliere siamo noi, non gli altri. Non è di certo tua madre a vivere la tua vita, il suo compito (in quanto madre, adulta e con più esperienza) è consigliarti, ma le decisioni vanno prese con la propria testa.

    Il secondo caso è certamente più calzante, e rispecchia esattamente quello che ho detto io nella precedente risposta: nessuno vuole confessare un tradimenti, perchè significa ammettere di aver sbagliato, di non essere stati all’altezza della situazione e di essere caduti in qualcosa di effimero. Davvero non riesco a capire: è come se tu in qualche modo abbia giustificato un comportamento come quello della tua ex! Forse sono o a non cogliere il vero significato delle tue parole…
    Panso solo al fatto che la vita è fatta di angoli bui che non riusciamo a vedere se non essendoci ormai dentro, che nulla è certo! Però il rispetto per se stessi, quella è una cosa certa, e non permetterei mai a nessuno di mancarmi del rispetto che in quanto persona merito. Io ti auguro di trovare qualcuno che possa viverti per quello che sei, difficoltà connesse che tutti hanno, senza scadere nel subdolo e meschino mondo del tradimento

    Spero tu riesca a cogliere quello che voglio dirti 🙂

  13. Credo che vedere il tradimento come un mutamento andrebbe a sminuire l’azione del tradire.
    Perché tradire, diciamocelo, non è nè voglia di cambiamento né un urlo contro qualcosa che non ci va più bene.
    Tradire significa mettere consapevolmente la parola fine a qualcosa, o almeno tentare.
    Tradire è la scappatoia più facile per sopravvivere, forse è una delle cose che ci rende più animali dei nostri antenati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...