Link

In punta di mouse #6

Tutta la solitudine che meritate. Reportage di Giovanna Silva (foto) e mio (testo) Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda (edizioni Quodlibet Humboldt). Qui si trova altro materiale sul viaggio + fotografie (meravigliose, devo dire con la massima obiettività) dell’Islanda.

Come il mondo vero finì per diventare pixel. Si leggono libri, si guardano film, si frequentano mostre, si osservano fotografie e ci si interessa di design. Mai, come nel mondo contemporaneo, la consuetudine con le forme artistiche, espressive o di intrattenimento è stata a portata di mano. E di certo insieme a tutto questo si passa molto tempo a interagire col computer. Possiamo anzi dire che oggi la maggior parte delle esperienze – anche quelle estetiche – sono filtrate in qualche maniera, magari piccola o parziale, da uno schermo.

La “mutazione genetica” dell’economia americana, nulla sarà più come prima. Le cifre di venerdì hanno persino dato ai secchioni delle statistiche un numero da gustare, commentare e twittare: dopo la crescita di maggio, il numero di americani impiegati è a un nuovo record. Ha infatti sorpassato il precedente primato del gennaio 2008, prima del fallimento di Lehman Brothers, della Grande Recessione e della distruzione di milioni di posti di lavoro. Allora tutto a posto? L’America di nuovo in sella dopo la caduta del 2008? Come non dicono a Hollywood: not so fast, non andare troppo veloce.

Murakami, l’uomo scolorito che rimase solo costruendo stazioni. Dopo anni, un ingegnere vuole scoprire perché gli amici fraterni della giovinezza lo abbandonarono di colpo e senza spiegazioni. Il nuovo romanzo dello scrittore giapponese.

Buon weekend.

Annunci

21 pensieri su “In punta di mouse #6

  1. Del nuovo libro di Murakami avevo già letto. Pare che abbia riabbracciato i primi temi. Sarà ma non riesco proprio a digerirlo. Mi prenderò molti accidenti ma è così.
    Hai parlato di Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda. Dove è acquistabile?

  2. Ho letto tutto d’un fiato il tuo reportage sull’Islanda! E’ una nazione che mi incuriosisce e che trovo in qualche modo ‘spirituale’ vista la sua posizione isolata, la musica che ci hanno regalato i Sigur Ros e questo predominare della natura ancora sull’uomo. Complimenti e grazie per la condivisione 🙂
    Un saluto

  3. Sono solo all’inizio del libro ma già un I like se lo merita in anticipo… Non sono tipo di troppi complimenti, ma davvero questo libro mi sta avvincendo. Per quel poco che ancora ho potuto leggere, ho la sensazione che il ruolo dello scrittore ,secondo il mio punto di vista, non rientra solo nello scrivere e descrivere, ma anche nell’osservazione di quello che lo circonda soprattutto come partecipazione. E credo che questa sia una virtù di pochi.

    Se ci sono errori la colpa è tutta mia : leggere con l’occhio sinistro e osservare la tastiera con l’occhio destro fa girare leggermente la testa e poi quei nomi….più semplici no? 😉
    Bellissime anche le foto.

    ——————————————————————————–

    Ecco più o meno così. Quasi tutti gli islandesi che conosco hanno un qualche rapporto con l’arte : chi scrive, chi dipinge, chi suona, chi balla, chi recita. Se uno non fa nessuna di queste cose (ma una almeno l’ha fatta), allora osserva con interesse, passione, competenza gli altri che scrivono, dipingono, suonano. Il sindaco di Reykjavik è un ex attore. La più amata tra i presidenti islandesi, Vigdis Finnbogadottorit, ha insegnato francese e ha diretto il teatro di Reykjavik.

    …………………………………
    ………………………………..
    …………………………….
    Entrate in casa di una persona che avete appena conosciuto , e sul tavolo del soggiorno c’è un violino. Non in un armadio, nella custodia, sul tavolo del soggiorno.

    tratto da ‘’Tutta la solitudine che meritate’’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...