La Campana incrinata

E’ amaro e dolce, lungo le invernali

nottate, accanto al fuoco che irrequieto

arde e fuma, ascoltare lentamente

levarsi le memorie del passato,

mentre risuona nella nebbia il canto

delle campane. Fortunata  e lieta

la campana dall’ugola possente

che a dispetto degli anni sana  e vigile

lancia fedele il grido religioso

come un vecchio soldato che sta all’erta

sotto la tenda! Ma incrinata è questa

mia anima, e sovente accade, quando

nelle sue pene vuole popolare

dei suoi canti la fredda aria notturna,

che affievolita sembri

il rantolo pesante d’un ferito

dimenticato ai margini di un lago

di sangue, sotto un cumulo di morti,

che, immobile, tra immensi sforzi muore.

Charles Baudelaire

Annunci

2 Replies to “La Campana incrinata”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...