Un anno nuovo felice, senza troppi dettagli

Mi piacciono molto i desideri degli altri, mi piace credere di averli scoperti, e non oso confessare i miei: i desideri segreti, meschini, scandalosi, minuscoli, egoisti, vanitosi, vivissimi. Che nessuno pronuncia pubblicamente senza provare vergogna e sentirsi nudo. Di solito vengono sepolti sotto una gentile e piatta sequenza di buoni propositi o utopie per l’anno nuovo: un mondo più giusto, la pace, la cura per le malattie, la buona politica, il trionfo del merito, la ricerca scientifica, come tante concorrenti di Miss Italia in costume da bagno che salutano la nonna a casa. Ci si può spingere a desiderare, davanti a tutti, un anno felice, senza dettagli su che cosa davvero costruisca quella felicità, ma intanto dentro ciascuno di noi pulsa una smania più profonda e meno dignitosa, che ci riguarda e ci racconta, qualcosa che urla in silenzio: io!

Questo anno nuovo sarà mio! (e già non resisto e cerco l’oroscopo del 2015, non mi importa nulla degli equilibri astrali, di Saturno, Plutone, voglio soltanto il voto dei Gemelli. Se è un voto alto penso che le mie smanie segrete avranno qualche possibilità di riuscita, gli equilibri astrali sono importanti. Sei e mezzo la prima decade? Maledetti ciarlatani, Saturno crepa). L’equilibrio fra dignità e desiderio è molto complicato, del resto, per raggiungerlo, per raccontare i propri sogni senza sentirsi nudi per strada mentre piove si deve per forza togliere un po’ di sincerità e di spudoratezza al desiderio, trasformarlo in qualcosa di più impersonale e innocuo, che non sveli completamente la nostra intima brama di felicità, bellezza, successo, amore, il nostro desiderio di stare al centro del mondo, nei sorrisi di ammirazione di tutti, uomini e donne, perché in quest’anno formidabile la luce non smetterà mai di splenderci addosso, mentre un buio magnanimo proteggerà i nostri inciampi, i nostri oscuri impulsi di rivalsa.

Nasconderà anche quella forma bassissima di esistenza umana con cui a volte si esprimono desideri in questi termini: se non puoi farmi dimagrire, puoi almeno fare ingrassare tutti gli altri? Se non può innamorarsi di me, può almeno diventare gay? Se non posso vincere il Pulitzer, il Nobel, lo Strega, Sanremo, Salsomaggiore, puoi almeno far crescere i rovi attorno a ogni cosa per duecento anni? A letto, al buio, con la testa pesantissima per l’alcol di Capodanno, già un po’ depressi perché quest’anno nuovo finora è uno schifo e sa di cotechino, adorniamo i nostri sogni di particolari assurdi: il mattino in cui entrerò in ufficio e in faccia ai maligni e ai superbi il mio nome scintillerà, la notte in cui lui mi dirà che tutte le canzoni parlano di me, il giorno in cui smetterò di avere paura, arrossire, rinunciare, perdere, e anche il momento in cui scoprirò di avere avuto uno zio che mi ha lasciato una casa a Parigi e un’altra su un’isola, e quando le maestre di mio figlio, incantate, verranno a chiedermi se ho mai pensato a una scuola per geni. I sogni sono meravigliosi perché sono scorretti, ridicoli, un po’ scemi, e quindi segreti. Bisogna però fare attenzione, perché potrebbero realizzarsi.

Annalena Benini – Il Sole 24 Ore

Annunci

10 Comments

  1. …eppure a me piacciono i sogni spudoratamente dettagliati; quelli che, proprio perché segreti, sconfinano nell’inno senza requie delle utopie più sfrenate! Tanto che sognandoli, un po’ di soggezione me la mettono, a sostegno del consiglio alla prudenza dell’ultima riga di questo bell’articolo. Però poi mi dico che per sognare davvero, per sognare come si deve, bisogna pur aver coraggio; e chissà che non sia una buona scuola per riuscire anche a vivere come si deve.

  2. E’ tempo di oroscopi ma tanto nessuno verifica il pregresso e quindi si dà nuova linfa alla speranza, che è sempre verde (nessuna allusione politica).
    E va bene. Scambiamoci, stancamente con la testa intorpidita dalle troppe libagioni gli auguri per un felice 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...