Infidel

A volte ci sono alcune scadenze che ti servono, per quanto le odi, a misurare il passare delle stagioni. Stesso tavolo, stesse persone, stesse ritualità. Un amico che si è perso in un lutto che non è riuscito a superare, alcune cose si sono sistemate a scapito del tuo orgoglio, altre sono la solita noia.  E poi c’è lei, Beatrice. L’imperfezione, la stonatura, quello che ti fa sentire vivo. Diverso in mezzo a un mare di banalità, anche se sei solo tu a saperlo. Ma l’introspezione è sempre stato il tuo demone e la tua salvezza.

Annunci

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...