In punta di mouse #11

Essere un rapper a Cuba. Storia di Lienko e dei “raperos” dissidenti cubani che sfidano il regime castrista.

Dopo Charlie Hebdo. Arte, critica, cittadinanza. Nei giorni dell’attentato alla redazione parigina di Charlie Hebdo ho pensato che il silenzioso sgomento di tanti era da preferire alla precipitosa loquacità di taluni, improvvisatisi esperti e commentatori. Come commentare una strage immaginando di trovarvi un senso o di sfoggiare una qualsiasi “competenza”?

Overflow / Sovraccarico.

Siamo noi a essere cambiati. Informare per Resistere, Lo Sai, STOP ALLE SCIE CHIMICHE. Come abbiamo imparato a non fidarci della «controinformazione»

Muri d’Europa. Il 13 giugno scorso, in un articolo su Project Syndicate, Kofi Annan consigliava di “accettare il fatto che gli sforzi per bloccare la migrazione sono destinati a fallire, con conseguenze disastrose per le vite umane”. Come già aveva sottolineato Luigi Manconi, il flusso migratorio di persone in fuga da fame, violenza, terrore e regimi oppressivi non può essere arrestato; soltanto governato con ampie decisioni politiche e una rigorosa visione morale. Coerentemente, in chiusura di articolo Annan ribadiva che “costruire recinti più alti non può essere una risposta”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...